RSS

La cantina

20 Mar

La cantina del GelsoBianco

telefoni%20(16)Tel. no 348/6051870 – 340/9310578 Tel. 0884/705169

postae mail: ilgelsobianco@tiscali.it

vinoAlcune  proposte del “IlGelsoBiancoVieste”gelso_albero

Vini Torre Quarto

 

Torre Quarto

Torre Quarto è un’azienda intrisa di storia e cultura, le cui prime testimonianze risalgono al 1418. Faceva parte di uno dei più vasti latifon di esistenti in Italia: 5000 ettari di cui ben 2300 erano vigneti. Il feudo pervenne ai Caracciolo nel 1418, dalla Regina Giovanna d’Angiò Durazzo. Dai Caracciolo passò nel 1616 ai Pignatelli; nel 1809 alla Duchessa Montieu de Montmorency, e da questa ai nipoti De La Rochefoucauld, Duchi di Doudeauville e di Bisaccia, i quali avendo trovato nella zona di Cerignola le caratteristiche ottimali per una viticoltura di qualità, vi fecero edificare la più bella cantina di Puglia: navate in pietra e tufo, multiple, intercomunicanti, profonde, altissime, disposte su vari piani, rievocazione delle grandi aziende vinicole francesi. La cantina era collegata alla stazione di Cerignola da una ferrovia privata che trasportava i vini dei Duchi de la Rochefoucauld, sfusi, in Francia, dove venivano utilizzati come vini da taglio, diventando così la quintessenza dei migliori vini francesi. Fu solo negli anni ’30, quando ai Duchi de la Rochefoucauld subentrò la famiglia italo-belga Cirillo Farrusi Bautier Solvay, che ebbe inizio con successo la commercializzazione di quei grandi vini non più come prodotto esclusivamente da taglio ma come vini nobili,maturati al generoso sole della Puglia, apprezzati e richiesti in tutto il mondo: il vino Torre Quarto ha avuto il merito, tra i primi, di far conoscere l’enologia pugliese di qualità. Oggi, il più giovane degli eredi Cirillo Farrusi, Stefano, con l’ottima collaborazione di Luigi e Michele Paradiso, esperti viticoltori di Cerignola, con grande entusiasmo ha ristrutturato l’antica cantina nel pieno rispetto dell’architettura dell’epoca, modernizzando gli impianti di vinificazione con criteri d’avanguardia, nell’intento di salvaguardare questa secolare tradizione di prestigio. La particolare cura nella selezione di uve provenienti da vigneti a bassa resa produttiva e situati nelle aree più vocate, l’adozione delle tecniche enologiche più evolute e la scelta di utilizzare solo vitigni autoctoni, valorizzando la tipicità del territorio, consentono all’azienda Torre Quarto di produrre vini di gran pregio, evidenziando la volontà di operare solo ai più alti livelli qualitativi.

DON MARCELLO 2007 – ROSSO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 50% Uva di Troia, 30% Primitivo, 20% Sangiovese;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi
Sistema di allevamento: Spalliere tenute a guyot;
Periodo di vendemmia: Blend di uve con periodi di vendemmia diversi, in base alle ottimali maturazioni delle diverse varietà;
Vinificazione: Contatto medio di massimo 8 giorni del mosto con le bucce e frequenti rimontaggi di tipo tradizionale;
Fermentazione Alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura costante e mai superiore a 25°C;
Fermentazione malolattica: indotta e completata;
Affinamento: 6 – 8 mesi in tonneaux di rovere francese di media tostatura; 2 mesi in bottiglia;
Abbinamento gastronomico: primi piatti saporiti della cucina mediterranea ed arrosti di carni rosse;
Come servirlo: alla temperatura ambiente, di 18-20°, dopo una breve ossigenazione;
Note degustative: Assemblando un vitigno autoctono come l’Uva di Troia con piccole quantità di Sangiovese e Primitivo, è stato ottenuto un vino godibile e armonico già a 6-7 mesi dalla vendemmia, grazie alla presenza di tannini dolci e poco astringenti;
Parametri enochimici:
Alcool: 12,90%
Acidità totale: 5,50 gr/L
Anidride solforosa: 89 mg/L
Estratto secco netto: 34,90 gr/L

DON MARCELLO 2007 - ROSSO ad I.G.T. "PUGLIA"

GUAPPO 2008 – ROSE’ ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: in parti uguali tra Uva di Troia, Primitivo e Negroamaro;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi;
Sistema di allevamento: spalliere tenute a guyot;
Periodo di vendemmia: da metà Settembre per il Primitivo; a fine Ottobre per l’Uva di Troia ed il Negroamaro;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve seguito da contatto molto breve del mosto con le bucce;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura costante e mai superiore a 17°C;
Fermentazione malolattica: completata solo in parte;
Affinamento: esclusivamente in acciaio inox e 30 giorni nel vetro;
Abbinamento gastronomico: primi piatti leggeri e saporite zuppe di mare e di terra;
Come servirlo: decisamente fresco, ad una temperatura di 10-12°C;
Note degustative:vino giovane, fresco e dalle spiccate note olfattive floreali e fruttate. Sapore pieno, asciutto ed equilibrato grazie alla sua giusta acidità;
Parametri enochimici:
Alcool: 12,70%
Acidità totale: 5,50 gr/L
Anidride solforosa Totale: 89 mg/L
Estratto secco netto: 24,60 gr/L

GUAPPO 2008 - ROSE' ad I.G.T. "PUGLIA"

U’MMENNIN 2009 – NOVELLO ROSSO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 70% Uva di Troia, 30% Sangiovese
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi della Murgia nord barese
Periodo di vendemmia: da definire in relazione allo stato sanitario delle uve
Vinificazione: la fermentazione alcolica segue ad un periodo di almeno 10 gg. di macerazione carbonica dell’uva sana.
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata al di sotto di 20 °C
Abbinamento gastronomico: è il compagno ideale di tutti i piatti della grande cucina mediterranea
Come servirlo: ad una temperatura ambiente di 18-20°
Note degustative: colore rosso rubino acceso; intensi profumi che vanno dal lampone alle piccole fragole di bosco. Al gusto è rotondo e di facile beva.

Parametri enochimici:

Alcool: 12,50%
Acidità totale: 5,40 gr/L

U'MMENNIN 2009 - NOVELLO ROSSO ad I.G.T. "PUGLIA"

BOTTACCIA 2007 – UVA DI TROIA ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100 % Nero di Troia;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi della Murgia Nord-barese;
Sistema di allevamento: spalliere a guyot e a cordone speronato;
Periodo di vendemmia: prima decade di Ottobre;
Vinificazione: contatto di 10 gg. fra mosto e bucce e frequenti rimontaggi tradizionali con periodici arieggiamenti all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata al di sotto di 25°C;
Fermentazione malolattica: indotta e ultimata;
Affinamento: 8-10 mesi in tonneaux di rovere francese, 2 mesi in bottiglia;
Abbinamento gastronomico: primi piatti saporiti della cucina mediterranea ed arrosti di carni rosse;
Come servirlo: ad una temperatura di 18-20°, dopo una breve ossigenazione;
Note degustative: Il “Nero di Troia”è vino di grande carattere ed aristocrazia ma godibile ed armonico già a 7-8 mesi dalla vendemmia, grazie alla presenza di tannini dolci e poco astringenti;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,40%
Acidità totale: 5,40 gr/L
Anidride Solforosa Totale: : 98 mg/l
Estratto secco netto: 34,50 g/L

BOTTACCIA 2007 - UVA DI TROIA ad I.G.T. "PUGLIA"

QUARTO DUCALE 2006 D.O.C. ROSSO DI CERIGNOLA

Uvaggio: 70% Uva di Troia, 30% Negroamaro;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG);
Sistema di allevamento: spalliere tenute a guyot;
Periodo di vendemmia: Ottobre inoltrato;
Vinificazione: dopo un contatto di circa 10 giorni con le bucce e frequenti rimontaggi tradizionali intervallati da periodici arieggiamenti all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura costante e mai superiore a 25°C;
Fermentazione malolattica: indotta e completata;
Affinamento: il vino sosta in tonneaux di rovere francese da 500 litri per un anno; prima della vendita, riposa 30 giorni in vetro;
Abbinamento gastronomico: vino da tutto pasto ma compagno ideale di formaggi stagionati e salumi nobili;
Come servirlo: ad una temperatura ambiente intorno ai 18-20° C, meglio se scaraffato un’ora prima della mescita;
Note degustative: colore rosso rubino brillante ed intenso profumo di frutta, con note di erbe aromatiche; gusto delicato, armonico e tutto disposto sulla morbidezza e sulle moderate note di vaniglia tostata;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,60%
Acidità totale: 5,60 gr/L
Anidride Solforosa Totale: 90 mg/l
Estratto secco netto: 35,20 g/l

QUARTO DUCALE 2006 D.O.C. ROSSO DI CERIGNOLA

TARABUSO 2007 – PRIMITIVO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100% Primitivo;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG);
Sistema di allevamento: spalliere allevate a cordone speronato;
Periodo di vendemmia: da fine Settembre ai primi di Ottobre;
Vinificazione: contatto di media durata (max10gg) del mosto con le bucce e frequenti rimontaggi tradizionali all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura non superiore a 25°C;
Fermentazione malolattica: completata;
Affinamento: 6 – 8 mesi in tonneaux di rovere francese e 30 giorni in bottiglia;
Abbinamento gastronomico: salumi, carni rosse ed arrosti in genere;
Come servirlo: ad una temperatura ambiente, intorno ai 18-20°C;
Note degustative: colore rosso rubino intenso; profumi di prugna e ciliegia matura, si fondono con note tostate lievemente vanigliate;
al palato è pieno, rotondo e molto strutturato;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,30%
Acidità totale: 5,80 gr/L
Anidride Solforosa Totale: 97 mg/l
Estratto secco netto: 35,10 g/L

TARABUSO 2007 - PRIMITIVO ad I.G.T. "PUGLIA"

TARABUSO 2006 – PRIMITIVO a D.O.C. “MANDURIA

Uvaggio: 100% Primitivo di Manduria;
Zona di produzione: Agro di Manduria (TA);
Sistema di allevamento: spalliere allevate a cordone speronato;
Periodo di vendemmia: da fine Settembre ai primi di Ottobre;
Vinificazione: contatto di media durata (max10gg) del mosto con le bucce e frequenti rimontaggi tradizionali all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura non superiore a 25°C;
Fermentazione malolattica: completata;
Affinamento: 8 – 10 mesi in grandi botti di rovere;
Abbinamento gastronomico: salumi, primi piatti di sughi, carni rosse ed arrosti in genere;
Come servirlo: ad una temperatura ambiente, intorno ai 18-20°C;
Note degustative: colore rosso rubino intenso; profumi di spezie si fondono con note balsamiche di liquirizia ed erba selvatica;
al palato è pieno, armonico e con tannini smussati e assai piacevoli;

Parametri enochimici:

Alcool: 14,10%
Acidità totale: 5,80 gr/L
Anidride Solforosa Totale: 99 mg/l
Zuccheri residui: 3,0 g/L

TARABUSO 2006 - PRIMITIVO a D.O.C. "MANDURIA"

SANGUE BLU 2007 – NEGROAMARO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100% Negroamaro;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG);
Sistema di allevamento: spalliere tenute a guyot;
Periodo di vendemmia: Ottobre inoltrato;
Vinificazione: dopo un contatto di circa 10 giorni con le bucce e frequenti rimontaggi tradizionali intervallati da periodici arieggiamenti all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura costante e mai superiore a 25°C;
Fermentazione malolattica: indotta e completata;
Affinamento: il vino sosta in tonneaux di rovere francese da 500 litri per un periodo che varia dagli 8 ai 10 mesi; prima della vendita riposa 30 giorni in vetro;
Abbinamento gastronomico: vino da tutto pasto, ma compagno ideale di formaggi stagionati e salumi nobili;
Come servirlo: ad una temperatura ambiente intorno ai 18-20°C
Note degustative: colore rosso rubino brillante ed intenso profumo di frutta;
gusto delicato e armonico e tutto impostato sulla morbidezza;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,30%
Acidità totale: 5,60 gr/L
Anidride Solforosa Totale: 89 mg/l
Estratto secco netto: 34,90 gr/L

SANGUE BLU 2007 - NEGROAMARO ad I.G.T. "PUGLIA"

CODIROSSO 2007 D.O.C. AGLIANICO DEL VULTURE

Uvaggio: 100% Aglianico del Vulture;
Zona di produzione: Agro di Venosa (PZ) ;
Sistema di allevamento: vigneto trentennale con spalliere tenute a cordone speronato;
Periodo di vendemmia: Novembre inoltrato;
Vinificazione: lungo contatto di 15 giorni con le bucce e frequenti rimontaggi tradizionali intervallati da periodici arieggiamenti all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati con temperature di fermentazione costanti e controllate e mai superiori ai 26°C;
Fermentazione malolattica: indotta e ultimata;
Affinamento: 12 mesi in botti grandi di rovere francese;
Abbinamento gastronomico: primi piatti elaborati ed arrosti di carni rosse;
Come servirlo: ad una temperatura di 18-20°C, dopo una breve ossigenazione;
Note degustative: vino di grande spessore ed intensità aromatica;
il colore è di un vivo rosso rubino; il gusto pieno e giustamente tannico, tipico dell’Aglianico, profumi di frutta in confettura con lievi sentori di vaniglia tostata;
Parametri enochimici:
Alcool: 13,80%
Acidità totale: 5,60 gr/L
Anidride Solforosa Totale: 98 mg/l
Estratto secco netto: 34,10 g/l

CODIROSSO 2007 D.O.C. AGLIANICO DEL VULTURE

CLAIRE – CHARDONNAY BARRICATO 2007 I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100 % Chardonnay;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG);
Periodo di vendemmia: ultima settimana di Agosto;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve, breve sosta di10-12 ore con le bucce e pressatura soffice delle vinacce; dal termine della fermentazione alcolica, il vino rimane per circa 120 giorni in piccole botti nuove di rovere francese;
il successivo affinamento è in acciaio inox;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata (al di sotto di 17 C°)
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: un breve passaggio in legno di rovere di piccola taglia che precede l’acciaio e il vetro;
Abbinamento gastronomico: ottimo per accompagnare piatti elaborati a base di pesce e crostacei;
Note degustative: colore giallo dorato, profumi variegati di frutta esotica, fiori e piacevoli sentori vanigliati; al palato è ricco e consistente e allo stesso tempo elegante e di grande carattere;

Come servirlo:
Fresco, ad una temperatura di 10-12° C;
Parametri enochimici:

Alcool: 13,10%
Acidità totale: 5,10 gr/L
Ph: 3,50
Estratto secco netto: 23,00 gr/L

CLAIRE - CHARDONNAY BARRICATO 2007 I.G.T. "PUGLIA"

TORRE QUARTO VIVACE – BIANCO 2008 ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: Greco 100%;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG);
Periodo di vendemmia: Prima settimana di Settembre;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve e immediata pressatura soffice delle vinacce;
il mosto è illimpidito staticamente e a freddo;
Fermentazione alcolica: decantazione statica del mosto dopo pigiadiraspatura delle uve; fermentazione in acciaio dei mosti puliti a temperature costanti ed inferiori a 17°C, presa di spuma in piccole autoclavi da 50 HL;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio;
Abbinamento gastronomico: ottimo come aperitivo e per accompagnare piatti a base di pesce;
Come servirlo: ad una temperatura di 10 – 12 °C;
Note degustative: colore paglierino rilucente, tipico dei vini giovani freschi e fragranti, note odorose di frutta mista fresca; in bocca è pieno e persistente;

Parametri enochimici:

Alcool: 12,20%
Acidità totale: 5,50 gr/L
Ph: 3,50
Estratto secco netto: 22,40 gr/L

TORRE QUARTO VIVACE - BIANCO 2008 ad I.G.T. "PUGLIA"

TORRE QUARTO VIVACEROSÉ – 2008 ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: in parti uguali tra Uva di Troia e Primitivo;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni dell’alta Murgia barese;
Periodo di vendemmia: da metà Settembre per il Primitivo a fine Ottobre per l’Uva di Troia;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve, seguita da contatto molto breve del mosto con le bucce;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati e a temperatura non superiore a 17°C e presa di spuma in piccole autoclavi da 30 HL;
Fermentazione malolattica: solo in parte accennata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio inox e 30 giorni nel vetro;
Abbinamento gastronomico: ottimo come aperitivo e per accompagnare piatti a base di pesce, primi piatti leggeri e saporite zuppe di mare e di terra;
Come servirlo: decisamente fresco, ad una temperatura di 10-12°C;
Note degustative: vino giovane e fresco dalle spiccate note olfattive floreali e fruttate;
al palato è assai complesso, pieno, asciutto e di acidità armoniosamente equilibrata;

Parametri enochimici:

Alcool: 12,96%
Acidità totale: 5,40 gr/L
Ph: 3,40

TORRE QUARTO VIVACEROSÉ - 2008 ad I.G.T. "PUGLIA"

TORRE QUARTO FIANO 2008 ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100% Fiano;
Zona di produzione: Agro di San Paolo Civitate (FG);
Periodo di vendemmia: prima metà di Settembre;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve, breve sosta di una notte con le bucce e successiva pressatura soffice delle vinacce;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata (al di sotto di17° C);
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio inox per 5 mesi e 30 giorni in vetro;
Abbinamento gastronomico: primi piatti saporiti della cucina meditarranea a base di pesce e crostacei;
Come servirlo: decisamente fresco, ad una temperatura intorno ai 12° C;
Note degustative: colore paglierino con riflessi verdognoli e profumi variegati di agrumi e mele;
corpo pieno e consistente, di grande persistenza aromatica;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,05%
Acidità totale: 5,70 gr/L
Ph: 3,35
Estratto secco netto: 22,30 gr/L

TORRE QUARTO FIANO 2008 ad I.G.T. "PUGLIA"

TORRE QUARTO BRUT VINO SPUMANTE DI QUALITÀ

Uvaggio: Greco (80%) e Falanghina (20%);
Zona di produzione: Agro di Cerignola e di San Paolo di Civitate (Fg)
Periodo di vendemmia: Settembre;
Vinificazione: raccolta anticipata delle uve, pigiadiraspatura e immediata pressatura soffice delle vinacce; il mosto è illimpidito staticamente e a freddo; fermentazione a temperatura controllata. Rifermentazione in grandi tini secondo il metodo Martinotti (charmat) ;
Fermentazione Alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura non superiore a 17°C;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio;
Abbinamento gastronomico: ottimo come aperitivo, accompagna esaltandoli i primi piatti estivi della cucina mediterranea, fritture, insalate e zuppe di mare;
Come servirlo: ad una temperatura di 8 – 10°C in calice a flute di media altezza;
Note degustative: giallo paglierino con vivaci riflessi verdognoli, brillante. Perlage numeroso, fine e persistente; delicati sentori floreali e note fruttate di mandorla, pesca e ananas; gusto fresco e piacevolmente morbido;
Parametri enochimici:
Alcool: 12,00%
Acidità totale: 5,70 gr/L
Ph: 3,50

TORRE QUARTO BRUT VINO SPUMANTE DI QUALITÀ

TORRE QUARTO PASSITO – 2006 MOSCATO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: Moscato reale di Trani 100%;
Zona di produzione: Agro di Trani (BA);
Sistema di allevamento: Spalliere tenute a guyot;
Periodo di vendemmia: prima settimana di Ottobre 2006, dopo accurato appassimento dei grappoli sulle piante;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve, sosta di 10-12 ore a freddo con le bucce e pressatura soffice delle vinacce;
Fermentazione Alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante inferiore ai 17°C;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: un breve passaggio in legno di rovere di piccola taglia che precede l’acciaio e il vetro;
Abbinamento gastronomico: classico vino da fine pasto o da meditazione;
Come servirlo: alla temperatura ambiente di massimo 12-15°C;
Note degustative: colore giallo dorato piacevolmente ambrato, profumi variegati di frutta matura, miele e piacevoli sentori vanigliati; al palato è ricco e consistente e allo stesso tempo elegante e di grande carattere;
Parametri enochimici:
Alcool: 14,10%
Zuccheri residui: 76,0 gr/L
Acidità Totale: 5,80 gr/L
Ph: 3,73

TORRE QUARTO PASSITO - 2006 MOSCATO ad I.G.T. "PUGLIA

GRAPPA DI PRIMITIVO

NOTE DI PRODUZIONE
Zona di Produzione Le vinacce del Primitivo vengono svinate nel pieno dei loro profumi, ricche delle caratteristiche uniche di questo vitigno capace di esprimere i forti colori e la grande dolcezza della Puglia. Successivamente vengono trasportate in una distilleria sita nel cuore della Toscana antica.
Vitigni Primitivo.
Metodo di distillazione Le vinacce sono distillate con alambicco discontinuo a vapore che consente la perfetta separazione delle componenti di testa e di coda offrendo al consumatore solo il cuore del distillato.
Affinamento Qualche mese in acciaio inossidabile con un piccolo passaggio in legno per impreziosirne il bouquet.
Gradazione alcolica 42 gradi.
NOTE DI DEGUSTAZIONE
Aspetto visivo Cristallina in trasparenza con leggere sfumature paglierine.
Sensazioni olfattive Il suo profumo è intenso e penetrante esprime note di frutti di bosco e confettura e fiori bianchi con arabeschi di vaniglia e miele d’acacia.
Sensazioni gustative Piacevolmente armonica e calda, riempie il palato dei suoi morbidi velluti.
Sensazioni retro olfattive Dotata di notevole persistenza arricchisce toni di confettura del bouquet con piacevoli note di miele e spezie dolci.
Temperatura di servizio Per meglio apprezzare la nostra grappa, consigliamo di servirla fresca alla temperatura di 9 – 11 °C.
Bicchiere consigliato Tulipano di cristallo a stelo lungo.
Abbinamento Consigliamo di servirla con piccola pasticceria, caffè e cioccolato. Per i più audaci l’invito a provarla in abbinamento al prosciutto di cinghiale ed al caciocavallo molto stagionato.

GRAPPA DI PRIMITIVO

HIRONDELLE – GRECO 2008 ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 100% Greco;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e Canosa di Puglia (BA);
Periodo di vendemmia: ultima decade di settembre;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve, breve sosta di 8-10 ore del mosto freddo con le bucce e pressatura soffice delle vinacce;
Fermentazione alcolica: decantazione statica del mosto dopo pigiadiraspatura delle uve; fermentazione in acciaio dei mosti puliti a temperature costanti ed inferiori a 17° C;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio;
Abbinamento gastronomico: ottimo come aperitivo e per accompagnare piatti a base di pesce
Come servirlo: ad una temperatura di 10-12° C;
Note degustative: paglierino rilucente, tipico dei vini giovani freschi e fragranti, note odorose di frutta mista fresca; in bocca è pieno e persistente;

Parametri enochimici:

Alcool: 12,90%
Acidità totale: 5,60 gr/L
Ph: 3,50
Estratto secco netto: 22,00 gr/L

HIRONDELLE - GRECO 2008 ad I.G.T. "PUGLIA"

NINA FALANGHINA 2008 ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: Falanghina (100%);
Zona di produzione: Agro di San Paolo di Civitate (FG);
Periodo di vendemmia: fine settembre;
Vinificazione: pigiadiraspatura delle uve e immediata pressatura soffice delle vinacce; il mosto è illimpidito staticamente e a freddo;
Fermentazione alcolica: a carico di fermenti selezionati a temperatura non superiore a 17°C;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: esclusivamente in acciaio;
Abbinamento gastronomico: primi piatti estivi della cucina mediterranea, zuppe di mare e di terra;
Come servirlo: ad una temperatura di 10 – 12 °C
Note degustative: vino giovane e fresco dalle spiccate note olfattive floreali e fruttate, pieno, asciutto ed equilibrato; piacevole acidità tipicamente pronunciata;

Parametri enochimici:

Alcool: 13,40 %
Acidità totale: 5,70 gr/L
Ph: 3,50
Estratto secco netto: 22,40 gr/L

image

DONNA TERESA 2007 ROSSO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 60 % Uva di Troia, 30 % Sangiovese, 10% Primitivo;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi della Murgia Nord-barese;
Periodo di vendemmia: fine settembre per il Sangiovese e a partire da fine ottobre per gli altri vitigni;
Vinificazione:contatto con le bucce per un periodo massimo di 10 giorni con effettuazione di n.1 svuotamenti al giorno, intervallati da periodici rimontaggi di tipo tradizionale all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata al di sotto di 26 C°;
Fermentazione malolattica: indotta ed ultimata;
Affinamento: 8 mesi in grandi botti di rovere francese da 35 HL e almeno 1 mese in bottiglia;
Abbinamento gastronomico: primi piatti saporiti della cucina mediterranea ed arrosti;
Come servirlo: ad una temperatura di 18-20°, dopo una breve ossigenazione;
Note degustative: Colore rosso rubino con riflessi violacei e lieve fruttato vanigliato;
al palato è caldo, robusto, giustamente tannico.

Parametri enochimici:

Alcool: 12,65%
Acidità totale: 5,40 gr/L

image

DONNA TERESA 2008 BIANCO ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: 30% Chardonnay e 70 % Greco;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e Canosa di Puglia (BA);
Periodo di vendemmia: blend di vini finiti, fine agosto per lo Chardonnay e fine settembre per il Greco;
Vinificazione: breve contatto del mosto con le bucce e seguente pulizia naturale dei mosti;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata al di sotto di 17 C°;
Fermentazione malolattica: non effettuata;
Affinamento: alla fermentazione seguono 4 mesi di sosta in acciaio e 30 gg. in bottiglia
Abbinamento gastronomico: ottimo come aperitivo e ad accompagnare primi piatti di frutti di mare e crostacei;
Come servirlo: fresco intorno ai 10-12°;
Note degustative: colore giallo paglierino brillante; profumo intenso dalle note di frutta fresca;
giustamente acidulo ma disposto tutto sulla morbidezza.
Parametri enochimici:
Alcool: 12,80%
Acidità totale: 5,20 gr/L

image

DONNA TERESA 2007 – ROSSO UVA DI TROIA ad I.G.T. “PUGLIA”

Uvaggio: Uva di Troia (90%) e 10% Negramaro;
Zona di produzione: Agro di Cerignola (FG) e comuni limitrofi della Murgia nord-barese;
Periodo di vendemmia: Seconda decade di Ottobre;
Vinificazione: contatto con le bucce per un periodo di massimo 10 giorni con effettuazione di n.1 svuotamenti al giorno intervallati da periodici rimontaggi tradizionali all’aria;
Fermentazione alcolica: a carico di lieviti selezionati e a temperatura costante e controllata sempre al di sotto dei 26°C;
Fermentazione malolattica: indotta e ultimata;
Affinamento: 8 – 10 mesi in grandi botti di rovere francese di 35 HL; almeno 1 mese in bottiglia ;
Abbinamento gastronomico: primi piatti saporiti della cucina mediterranea e zuppe di legumi freschi;
Come servirlo: ad una temperatura fresca di 18-20°, dopo una breve ossigenazione;
Note degustative: colore rosso rubino con riflessi violacei e lieve fruttato vanigliato; al palato è caldo, robusto, giustamente tannico;
Parametri enochimici:
Alcool: 12,80%
Acidità totale: 5,50 gr/L

Enologo: dott. Pastore Cristoforo

image

 

telefonaTel. no 348/6051870 – 340/9310578 Tel.  0884/705169

postae mail: ilgelsobianco@tiscali.it

 
1 Commento

Pubblicato da su 20 marzo 2012 in Cantina

 

Tag: , , , , ,

Una risposta a “La cantina

  1. Pino

    20 marzo 2012 at 6:53 pm

    Ho trascorso una serata con l’amico Michele, amici e colleghi da tantissimi anni, dopo diversi inviti, sono andato a trovarlo nel suo ormai regno Il gelso bianco agriturismo di primordine. Che dire, un ambiente dove si respira solo aria di casa, quella vera, l’ospite al centro di tutto. In quella occasione, Michele, mi ha fatto gustare diversi assaggi di alcune delle sue pietanze, sapori genuini fatti di ingredienti semplici e freschi che legano molto bene il mare con la terra; l’accostamento dei vini eccellente, ha una cantina di primordine, i vini della cantina Torre Quarto ottimi. Complimenti Michele a te e alla tua famiglia, ciao da Pino.

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: