RSS

Vale la pena

telefonoTel. no 348/6051870 – 340/9310578 Tel. 0884/705169postailgelsobianco@tiscali.it

gelsoLa direzione Il Gelso Bianco organizza escursioni e visite anche personalizzate

 Vieste

E’ la città più orientale del promontorio del Gargano, delimitata da due lunghe spiagge sabbiose. Nella parte piana della penisoletta si estende il quartiere ottocentesco e moderno, mentre sul dosso roccioso è arroccato il pittoresco centro storico, tipico del periodo medievale, caratterizzato da strade strette e non allineate, le cui abitazioni con le tipiche scalinate esterne (mignali) sono unite di tanto in tanto da esili archi di contrafforte. Chi è desideroso di conoscere altri ambienti, può inserirsi nelle gite collettive e visitare le suggestive grotte marine e i trabucchi.



Monte Sant’Angelo 

La città: la sua posizione su di una roccia a un’altitudine piuttosto elevata, offre un affascinante panorama che domina il promontorio garganico e il mare sottostante. Il Santuario: in cima al corso principale sorge questo complesso monumentale considerato il primo luogo del culto micaelico nel mondo occidentale. Imperdibile una visita al Museo delle arti e delle Tradizioni popolari intitolato al noto studioso Giovanni Tancredi e alla Tomba di Rotari.



San Giovanni Rotondo

E’ posta al centro del Gargano ed è raggiungibile con la strada litoranea per Manfredonia e poi per S. Giovanni Rotondo o attraverso la Foresta Umbra con il suggestivo percorso fra pietraie e doline. Quando il frate cappuccino, P. Pio da Pietrelcina, noto per la vita ascetica, ebbe le stimmate come S. Francesco d’Assisi. Milioni di fedeli, provenienti da ogni parte della Terra, si sono inginocchiati davanti a lui per confidare ed ottenere conforto per le proprie pene o per ritrovare il cammino della fede perduta.



Foresta Umbra

Nel cuore del territorio garganico, per ben 10.426 ettari si estende la Foresta Umbra. Per alcuni, il nome “Umbra” deriverebbe da antiche popolazioni di umbri che abitavano anticamente la foresta; per altri, il nome deriverebbe semplicemente dal folto manto vegetativo che crea molte zone di ombra! Essa rappresenta il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano si sviluppa fino a circa 830 m. di altitudine.



Isole Tremiti

A circa 12 miglia al largo del Gargano si trovano le Isole Tremiti, definite per la loro incantevole ed incontaminata bellezza “le perle dell’Adriatico”. Il piccolo arcipelago è costituito dalle isole di San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e, a circa 11 miglia da queste, dall’isola di Pianosa. Le acque cristalline delle Tremiti attirano ogni anno migliaia di turisti.



Peschici

L’abitato  è dislocato sulla sommità (e lungo il versante occidentale) di un’imponente rupe carsica che, elevandosi per più di 100 metri sull’Adriatico, domina la baia sottostante. Il nucleo storico del paese si arrampica dal porto fino alle fortificazioni del castello svevo. Lungo la costa si susseguono maestosi promontori, spesso attraversati da sistemi di grotte marine, e calette pressoché inaccessibili. La copertura vegetale del territorio è in buona percentuale boschiva, prevalentemente pini d’aleppo che nella zona crescono dalle colline dell’interno fino ai lembi delle spiagge. Presente macchia mediterranea.



Trani (la Cattedrale)

La Cattedrale di Trani (conosciuta anche come Duomo di Trani e, talvolta, come Cattedrale di San Nicola Pellegrino) è la costruzione più prestigiosa della città pugliese. Si tratta di un esempio di architettura romanica pugliese. La sua costruzione è legata alle vicende di San Nicola Pellegrino, svoltesi durante l’epoca della dominazione normanna. È stata costruita usando il materiale di tufo calcareo tipico della zona: si tratta della pietra di Trani estratta dalle cave della città, caratterizzata da un colore roseo chiarissimo, quasi bianco. La chiesa si distingue per il suo vistoso transetto e per l’uso dell’arco a sesto acuto nel passaggio situato sotto il campanile, fenomeno non molto diffuso nell’architettura romanica.



Castel del Monte (Andria)

La nascita dell’edificio si colloca ufficialmente il 29 gennaio 1240, quando Federico II Hohenstaufen ordina a Riccardo da Montefuscolo, Giustiziere di Capitanata, che vengano predisposti i materiali e tutto il necessario per la costruzione di un castello presso la chiesa di Sancta Maria de Monte(oggi scomparsa). Questa data, tuttavia, non è accettata da tutti gli studiosi: secondo alcuni, infatti, la costruzione del castello in quella data era già giunta alle coperture. È situato su una collina della catena delle Murge occidentali, a 540 metri s.l.m. I centri urbani più vicini sono Andria (18 km), Ruvo di Puglia e Corato (21 km). È stato inserito nell’elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 1996.



Video il Gargano 1 2  3  4  5  6

telefonoTel. no 348/6051870 – 340/9310578 Tel.  0884/705169postailgelsobianco@tiscali.it

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: